Un benvenuto alle nuove Linee Guida

5 settembre 2017 kazuma

Croce e delizia di ogni geocacher, le Linee Guida sono da sempre parte fondamentale del geocaching. Nel corso degli anni sono sempre state curate con attenzione subendo piccoli aggiustamenti per mantenerle in linea con i cambiamenti del gioco. Il 5 Settembre scorso Geocaching HQ ha proposto una nuova versione delle Linee Guida.

Per questo abbiamo voluto chiedere al team di supporto di Geocaching HQ qualche informazione a riguardo. In particolare per scoprire il processo che viene attuato in questi casi.
Nicole, del Community Volunteer Support, ci ha risposto. “Le versioni precedenti delle Linee Guida erano spesso delle revisioni minori sul testo per includere alcune modifiche che erano già in uso da alcuni reviewer durante il loro processo di revisione. Per intenderci, con l’evoluzione del gioco adottavamo queste modifiche.
Questa volta, però, abbiamo fatto un grosso intervento e abbiamo rivisto l’intero testo, dall’inizio alla fine. per questo è stato un processo più lungo perché volevamo essere sicuri di non tralasciare nulla. Alcuni reviewer provenienti da tutto il mondo sono stati coinvolti e hanno aiutato a verificare che non ci fossimo dimenticati di nulla e che avessimo correttamente tenuto conto di alcune richieste locali.

Leggibilità prima di tutto

Leggendo le nuove Linee Guida salta subito all’occhio il nuovo aspetto estetico. Questo ci ha molto incuriosito e abbiamo chiesto al team Community Volunteer Support qualcosa a riguardo. Nicole ci ha risposto. “Si, abbiamo voluto rendere le Linee Guida più divertenti da leggere. Il geocaching è un gioco che tutti noi amiamo e volevamo fortemente che il ‘look & feel’ rispettasse questo spirito.”
Poi ha aggiunto “Era da diverso tempo che le Linee Guida non subivano un intervento sostanziale e quindi ci è sembrato necessario rinfrescarle un po’. L’indice di leggibilità era troppo alto. Questo non le rendeva solo complicate da leggere, ma si rivelavano complesse da comprendere per chi non era di madrelingua inglese. Abbiamo scoperto che in alcuni casi le Linee Guida erano interpretate in modo differente da come le avevamo pensate.

Riorganizzazione dei contenuti

Insieme a migliorare il linguaggio è anche stata effettuata una riorganizzazione dei contenuti. Questo è stato fatto per puntare ad una maggior precisione e chiarezza. Ad esempio il materiale di supporto non è più parte integrante delle Linee Guida, ma è stato spostato sul “Centro di Assistenza“. Peccato che quest’ultimo sia tutto in inglese. La speranza è che Geocaching HQ valuti la possibilità di dare anche questa sezione “in pasto” ai team di traduzione.

Nella versione precedente non esisteva una vera e propria definizione di un geocache, se non quella di un contenitore con un logbook. Con questa nuova versione questi elementi sono descritti in modo più preciso e completo. Ne vengono approfondite le caratteristiche e ribadito in modo chiaro ciò che non deve essere mai presente all’interno di un geocache.
Alla luce di quello che ci ha detto Nicole possiamo capire la forte volontà di redimere possibili dubbi e impedire il sorgere di discussioni, anche animate, come accaduto spesso in passato.

Interessante anche la precisazione relativa ai cache sotterrati. Se da una parte viene confermato il divieto di questa pratica, viene però consentito ai geocacher di farlo quando si ha il consenso del proprietario del terreno.

Pagina e revisione

Anche la pagina del cache è stata oggetto di una profonda riorganizzazione, completandola con qualche informazioni relativa al processo che porta alla loro pubblicazione, assente nella versione precedente.

Si parte dal sottolineare tutto ciò che è necessario prima di inviare la pagina di un cache in pubblicazione per poi affrontare cosa si deve fare durante il processo di revisione. In questo caso Geocaching HQ ha giustamente voluto sottolineare l’importanza della comunicazione bidirezionale tra il proprietario e il reviewer. Comunicare correttamente è sempre fondamentale per chiarire i dubbi e risolvere eventuali problemi, anche perché noi reviewer siamo sempre a disposizione per trovare la miglior soluzione, quando possibile, per ogni geocache proposto.

A differenza della vecchia versione delle Linee Guida, il fondamentale concetto relativo alla non validità di un precedente per giustificare un nuovo geocache, è stato inserito in maniera più visibile ed evidente. Prima, infatti, era inserito all’interno dell’introduzione e non molto ben evidenziato.

Responsabilità di un proprietario

Quando si parla di manutenzione di un geocache non si parla solo degli interventi fisici sui contenitori e sui logbook. Certo, quando spariscono, si rovinano o, comunque, necessitano di un intervento è compito del proprietario (o del manutentore) di intervenire in tempi relativamente brevi per risolvere le problematiche. Soprattutto quando queste sono segnalate da altri geocacher.

Ma la manutenzione non è solo questa e proprio per evidenziare questo aspetto, spesso tralasciato, le nuove Linee Guida contengono una sezione dedicata agli obblighi dei proprietari del cache. E prima ancora di parlare di manutenzione del geocache, si parla di manutenzione della pagina del cache.

La pagina del cache deve essere manutenuta con la stessa attenzione aggiornandola ogni qualvolta sia necessario come, ad esempio, quando cambiano le condizioni di accesso. Quando i log sono fasulli o inappropriati devono essere cancellati. E il cache deve essere disabilitato se non disponibile e abilitato quando nuovamente disponibile.

Geocaching HQ ha anche ricordato che se una pagina di un cache, a seguito di alcune modifiche, non è più conforme alle Linee Guida, questa può essere disabilitata o anche archiviata.

Eventi

Anche gli eventi hanno ora una sezione dedicata. Qui vengono riportate tutte le caratteristiche che un evento deve avere per poter essere pubblicato sul sito. Allo stesso tempo sono anche evidenziati tutti quegli aspetti che non devono far parte di un evento e che possono comprometterne la pubblicazione. In particolare sono elencati alcuni luoghi dove non si possono svolgere eventi.
Molto importante è anche la conferma che per un evento non è necessario firmare alcun logbook.

Rispetto alla versione precedente delle Linee Guida viene affrontato l’argomento della “sovrapposizione di eventi”. Questa è una tecnica che viene spesso utilizzata da proprietari e cercatori per aumentare le proprie statistiche. Al fine di evitare l’abuso di questa tecnica viene, infatti, specificato quando una serie di eventi devono essere accorpati altrimenti non potrebbero essere pubblicati.

Ricordatevi: le Linee Guida vanno sempre lette

Lo so, sembra inutile dirlo. Purtroppo noi reviewer ci troviamo spesso a dover affrontare dei cache che evidenziano quanto il proprietario non le abbia mai lette. Con questa modifica sono più semplice, più facili da comprendere e, quindi, non ci sono più scuse.

 

Un enorme ringraziamento all’intero team del Community Volunteer Support di Geocaching HQ che ha trovato il tempo di rispondere alle nostre domande su questo argomento.