GEOBAZAAR, geomercatino dell’usato su Facebook

1 agosto 2017 kazuma

GeoBazaar: il postQualche giorno fa sul nostro gruppo Facebook è apparso un post che mi ha colpito, ossia quello di “GEOBAZAAR“. In un primo momento ho pensato che si trattasse di un post promozionale per un nuovo negozio, ma leggendone bene la descrizione ho capito che si trattava di qualcosa di più interessante. Il nome è infatti perfettamente in linea con lo scopo del gruppo, ossia facilitare il contatto tra geocacher che devono vendere, comperare o anche solo scambiare tutto ciò che legato al mondo del geocaching.

Ho quindi voluto contattare direttamente il creatore del gruppo, ossia Jiří Bláha, per conoscerlo ma principalmente cercare di capire qualcosa di più in relazione a questa sua iniziativa.

Ciao Jiří, grazie per aver accettato di rispondere alle mie domande. Prima di tutto vorrei sapere qualcosa di te.
Dove abiti e da quanto tempo pratichi Geocaching?

Ciao. Io sono della Repubblica Ceca dove il geocaching è incredibilmente popolare. L’amore per il turismo, capacità informatiche, una grande dimensione sociale e un profondo senso dell’avventura sono molto sviluppate tra gli abitanti del mio paese e per questo il geocaching è quasi una logica conseguenza per molti di noi.

Io pratico questa attività da 10 anni, più o meno intensamente. E ora il geocaching è diventato un divertimento per tutta la famiglia, inclusi i miei due figli, i “gerobots“. Non si fermano sino a quando non riescono a trovare il cache…

Come lo hai scoperto?

Mi trovavo in Giappone e stavo leggendo un articolo in rete che parlava di un gioco su scala mondiale che stava diventando sempre più popolare. Non ci ho pensato due volte e ho immediatamente iniziato a cercare dei geocache.

Viaggiare è una delle mie passioni e, soprattutto, adoro esplorare posti nuovi. Il tutto diventa anche molto più entusiasmante se connessa al geocaching, dove, in un colpo solo, riesci ad unire l’avventura e la conoscenza dei luoghi che visiti.

Quando e perchè ti è venuta in mente l’idea di creare GEOBAZAAR?

Mi capita di frequente leggere in diversi gruppi richieste di acquisto o vendita attrezzature usate per il geocaching. A molti di coloro che lo praticano capita di guardarsi intorno per trovare qualcosa di meglio rispetto a ciò che hanno, ma non sono sempre disponibili al “nuovo”. Poi ci sono quelli sempre alla ricerca di oggetti da collezione, tipo i geocoin. Ho iniziato a fare attenzione e ho notato che non esistevano gruppi specializzato sullo scambio di materiale all’interno della community di geocacher. E qualche amico mi ha sempre chiesto di creare un gruppo per chi è alla ricerca di materiale funzionante, in buone condizioni e a prezzi bassi.

Personalmente produco materiale artigianale per il geocaching, come tag personali tracciabili, timbri o geocoin di legno e questo è uno dei miei hobby, oltre a cercare cache.
Partecipando agli eventi mi sono anche reso conto di non essere l’unico essendo un’attività che accomuna molti geocacher. Inoltre aggiungi il fatto che all’interno di molti gruppi legati al geocaching non vengono accettati post di vendita, anche se si tratta di materiale usato o artigianale e questo nonostante gli iscritti ne possano trarre vantaggio o anche solo essere interessati.

Tutto questo mi ha fatto decidere di creare GEOBAZAAR su Facebook, visto che il social permette questa tipologia di gruppo. E sono molto attento affinché il gruppo non diventi solo una raccolta di pubblicità e promozione commerciale, perché lo scopo è quello di essere un grande “mercato delle pulci” a disposizione di tutti.

Come funziona esattamente il gruppo?

Oh è semplicissimo, credimi.

Chiunque sia iscritto a GEOBAZAAR può aggiungere un post, descrivendo ciò che sta cercando o cosa vorrebbe vendere, oppure quello che avrebbe intenzione di scambiare. L’accordo avviene direttamente tra il venditore ed il compratore ed è loro responsabilità portare avanti e concludere la trattativa. Da parte mia ho solo definito alcune regole, se non altro per indicare come ci si deve comportare all’interno del gruppo.

GEOBAZAAR è un gruppo internazionale e non ci si limita al solo ambito locale. Questo è quello che io considero un punto di forza, e considerato che le spedizioni internazionali sono sempre più economiche, l’offerta diventa molto più ampia.

Hai parlato di regole. Quali sono?

Per ora sono solo 6: 1) Dopo la vendita cancella il post e le immagini. 2) Nessuna offesa o parolaccia. 3) Nessun commento del tipo “guarda che è più economico se lo prendi in…”. 4) Ogni venditore è responsabile di ciò che vende e di rispettare la legge. 5) Ogni acquirente è responsabile del suo acquisto. 6) I post commerciali devono essere approvati dall’amministratore.

Li ho inseriti nella descrizione del gruppo così da essere sempre facilmente a disposizione, anche in caso di piccole modifiche e correzioni.

Giustissimo.
Il gruppo sta riscuotendo successo?

GEOBAZAAR è ancora un gruppo nuovo, è nato solo a metà Luglio 2017. Comunque già il primo giorno dopo il lancio del gruppo ho ricevuto un centinaio richieste di iscrizioni. Da allora il gruppo sta crescendo e ogni giorno ricevo nuove richieste da tutto il mondo.

Sembra proprio che l’interesse per GEOBAZAAR sia maggiore delle mie aspettative.

Hai qualcosa che vuoi aggiungere?

Vorrei sottolineare che una delle cose che considero importante è il fatto che in questo modo le persone possono migliorare l’ambiente acquistando, vendendo o scambiando attrezzature usate, al posto di acquistarne di nuove da un negozio.

Anche se piccolo, GEOBAZAAR è il mio contributo per un mondo migliore.

Che dire, non posso che ringraziarti infinitamente per il tuo tempo, Jiří. Alla prossima.

Ciao e grazie a voi.

Tutto molto interessante (cit.)

Anche Facebook, come tutti gli strumenti tecnologici, quando usato nel modo corretto può diventare estremamente interessante e, soprattutto, molto utile. Jiří ha fatto esattamente questo, creando un vero e proprio “mercato delle pulci“.

Si, lo so benissimo che si potrebbe pensare che ce ne sono già tanti su questa piattaforma (e anche su altre). Ma questo gruppo è per noi geocacher. Qui chi cerca o mette in vendita un GPS non deve dilungarsi sui suggerimenti di come lo si possa usare, così come chi vuole scambiare oggetti come geocoin o geopin non deve spiegare cosa siano questi oggetti.
Qui si parla tutti lo stesso linguaggio e questo permette di andare subito al sodo.

Se le cose continuano come ci ha detto Jiří, soprattutto riguardo al controllo sulla presenza di venditori professionisti, sono sicuro che GEOBAZAAR possa veramente diventare un gruppo importante per la nostra attività. E io non posso che fargli un grosso “in bocca al lupo”!