I cache nei luoghi del ricordo… cimiteri e sacrari

10 agosto 2017 Brigante Tiburzi

“Il Verano” e “l’Acattolico” di Roma, “il Monumentale” di Milano e quelli di altre grandi città, i vari Sacrari Militari… tutti cimiteri nei quali sono sepolti nomi importanti della storia, delle arti, dello sport, dell’architettura, oppure luoghi che testimoniano il sacrificio eroico di uomini e donne che hanno combattuto per la libertà.

Spesso anche i piccoli cimiteri di montagna o di campagna possono raccontare le loro storie, pubbliche o private.

Più di un geocacher ha pensato di far conoscere ai suoi colleghi questi luoghi particolari.

La sacralità del luogo

Per molte persone questi posti sono considerati sacri e per questo le Linee Guida li inserisce nei “luoghi non appropriati”, nei quali non è consigliabile nascondere un cache… me dice anche “Nota che alcuni cimiteri permettono il posizionamento di cache“.

Questa doppia affermazione poteva creare delle diverse interpretazioni; per questo motivo è stata creata una regola all’interno delle “Regional Geocaching Policies” italiane, consultabili nel wiki di Groundspeak al seguente link .

La regola

Rispettando la “sacralità” del luogo, è stato deciso che il posizionamento di cache “fisici” all’interno dei cimiteri non è permesso.
Poiché alcuni cimiteri, come abbiamo visto, sono particolari o possono raccontare storie, pubbliche o private, che il geocacher vuol far conoscere ai suoi colleghi, abbiamo pensato di ammettere alla pubblicazione Multi Cache o Mystery Cache al loro interno.
Ovviamente, per quello che abbiamo detto fino ad ora, sarà necessario avere alcuni accorgimenti:

  • all’interno del cimitero non si potranno mettere stage “fisici” ed ovviamente nemmeno il “final”;
  • sarà necessario anche accertarsi che la ricerca degli stage “virtuali” all’interno del cimitero rispetti la sacralità del luogo. E’ quindi importante che questi stage siano ben visibili e che siano scelti in modo da non costringere il geocacher a spostare oggetti o toccare qualcosa;
  • nel testo del listing si dovrà scrivere una nota (almeno in italiano e inglese) che sottolinei che il cache è al di fuori del cimitero e che la ricerca degli indizi che si trovano all’interno deve essere fatta in rispetto alla sacralità del luogo e mantenendo un comportamento consono.

Ovviamente, come sempre, si dovrà rispettare tutto ciò che è già previsto per il posizionamento di ogni cache.

Nel dubbio contattateci

I reviewer italiani saranno sempre a vostra disposizione per le vostre richieste, potete contattarci sul messenger di Groundspeak.