Le ricerche su geocaching.com

6 giugno 2017 kazuma

Spesso si sottovaluta la potenza del sistema di ricerca di Geocaching.com, nonostante il suo completo rinnovamento avvenuto nel 2015.
Prima di questo intervento le ricerche su sul sito ufficiale erano estremamente basilari. Molti lamentavano l’assenza di veri e propri filtri e la limitatezza di alcune opzioni per ridurre il numero di risultati.

Già nella homepage

A differenza della vecchia versione, il nuovo sistema di ricerca è accessibile già dalla pagina principale del sito.
Appena si clicca nello spazio per digitare, il sistema propone immediatamente due punti di partenza: la posizione di casa, ossia quella inserita all’interno del profilo, oppure la posizione attuale.

Ricerche: scegliamo il punto di partenzaSe volete cercare i cache in una zona specifica potete iniziare a digitarla e il menu a discesa verrà popolato in base alle lettere che digitate per ridurre le possibili combinazioni e aiutarvi, eventualmente, a scegliere il punto di partenza più adatto.

Ricerche: i risultati baseUna volta trovata la posizione corretta il sistema effettuerà la ricerca e proporrà l’elenco di tutti i risultati sulla stessa pagina.
In alto, sopra la casella di ricerca, si trova l’indicazione del numero di cache trovati.

 

Applichiamo qualche filtro base

Ricerche: i filtriSubito sotto la casella di ricerca è presente un bottone che permette di migliorare la ricerca aggiungendo alcuni filtri. Premendolo verrà mostrata a video una finestra contenente tutti i filtri che il sistema mette a disposizione per limitare i risultati e plasmarli in base alle nostre necessità.

Ricerca in corso vicino a…
Per aumentare o diminuire il raggio di ricerca dal punto di partenza. E’ anche possibile inserire il valore direttamente.

Tipi di geocache
Sono elencati i tipi di geocache che si possono cercare. La voce “Evento” include tutte le tipologie di eventi (normali, CITO, Mega, ecc.). Nonostante non siano più creabili, sono presenti anche le voci “Virtuale” e “Webcam”, visto che questi cache sono presenti in giro per il mondo. I tipi non selezionati saranno esclusi dai risultati.

Difficoltà & Terreno

Questi indicatori consentono di definire il valore minimo e massimo per la difficoltà ed il terreno definito dai cache. E’ sufficiente muovere i cursori per definire i gli estremi per la ricerca. I valori definiti sono inclusivi.

Dimensione

Esattamente come per i tipi di geocache, qui si può includere o escludere una o più dimensioni di cache.

Numero minimo di punti preferiti

Tramite questo filtro, se utilizzato, si possono limitare i cache risultanti solo a quelli che hanno un punteggio di preferiti uguale o superiore al valore inserito.

I filtri avanzati

I filtri delle ultime 2 colonne sono accessibili solo agli utenti “Premium”.

Il nome del geocache contiene…

Il testo da cercare all’interno del nome del cache. In passato era presente un campo simile, ma il testo veniva cercato all’inizio del nome del cache, rendendo tutto poco efficace.

Non trovato da

E’ possibile inserire in questo campo fino a 5 nomi di utenti che ancora non hanno trovato i cache. L’inserimento è facilitato.

Nascosti da

Filtro per limitare i risultati della ricerca ai soli cache nascosti dal’utente selezionato. L’inserimento è facilitato.

Limita la ricerca a…

Un campo per limitare la ricerca ad una specifica regione o nazione. Anche in questo caso l’inserimento è facilitato.

Altre 6 opzioni:

Nell’ultima colonna sono presenti ulteriori filtri:

  • cache trovato;
  • proprietario del cache;
  • cache è abilitato o disabilitato;
  • cache solo per utenti Premium;
  • coordinate mai state corrette;
  • cache ha o meno note personali.

Ricerca finita: cosa possiamo fare?

Una volta completati i filtri in base alle esigenze, basterà premere sul bottone di ricerca o, attraverso il link di reset, ripristinare i filtri ai valori originali.

Una volta che i risultati della ricerca rispecchiano le nostre esigenze, possiamo operare sugli stessi. L’operazione più semplice è quella dell’ordinamento. Cliccando sui nomi delle colonne dell’intestazione i risultati verranno ordinati in base alla colonna selezionata. Un indicatore mostrerà l’ordinamento attivo e se crescente o decrescente (il primo click è crescente, il secondo decrescente).

Tramite il bottone posizionato sulla destra, in cima all’elenco dei risultati, è possibile posizionare tutti i cache risultanti all’interno della classica mappa di geocaching.com.

Ricerche: aggiungere in una listaOgni cache ha, sulla sinistra, una casella di selezione. In questo modo è possibile scegliere solo una parte dei risultati per trasferirli all’interno di una nostra lista. Questo lo si può fare tramite gli appositi bottoni posizionati a sinistra sopra l’elenco dei cache trovati.
La casella di selezione dell’intestazione consente di selezionare o deselezionare tutti i cache in un colpo solo.
Quando si decide di trasferire la selezione ad una lista, il sistema ci propone un piccolo pop-up. Possiamo quindi trasferire i cache selezionati all’interno di una delle nostre liste, oppure crearne una nuova ad hoc.

Qualche esempio?

Ecco alcune piccole idee per mettere alla prova le potenzialità del sistema di ricerche di Geocaching.com:

E questi sono solo semplicisissimi esempi di come sia possibile utilizzare il motore di ricerca. Grazie alla sua potenza, infatti, è possibile disegnare ricerche personalizzate più complesse, utili per completare un challenge o per pianificare una vacanza… e molto altro ancora.

Buon divertimento !