Posso cambiare la tipologia di un geocache?

24 aprile 2018 kazuma

Qualche volta, durante lo svolgimento del mio ruolo di reviewer, capita di ricevere richieste per modificare la tipologia di un geocache. Le più comuni sono quelle che vorrebbero trasformare un “Multi” o un “Mistery” in un cache tradizionale. Anche se nel corso degli anni mi è accaduto qualche richiesta in senso opposto.

Purtroppo, però, la risposta è quasi sempre stata no.

Questa scelta ha origini “storiche” derivata da analisi approfondite e discussioni molto interessati che hanno coinvolto i reviewer a seguito di thread sull’argomento apparsi su diversi forum. In comune si poteva sempre trovare la parola “statistica“.

Statistiche? E perchè?

Si sa che ci sono geocacher che svolgono questa attività per totale divertimento o per motivi turistici. Ce ne sono però anche moltissimi che reputano le statistiche una parte importante, e per alcuni fondamentale, del gioco. Qualcuno le utilizza a livello informativo, altri per pura e semplice curiosità, altri ancora le usano per analizzare il modo con cui svolgono questa attività e qualcuno le vede proprio come una vera e propria sfida contro se stessi.

Per definizione, le statistiche sono in continua evoluzione e vengono rigenerate di continuo. Per questo sono molto sensibili ai cambiamenti, soprattutto nel passato. Quando viene modificata la tipologia di un geocache, quando una statistica viene rigenerata (in automatico o manualmente) questa cambia il risultato comportando dei problemi. Non importa se questi siano “piccoli” o “grandi”: sempre di problemi si parla.

Ecco un banalissimo esempio: supponiamo che esista un geocacher che abbia deciso di cercare e trovare solo ed esclusivamente una sola tipologia di cache, ad esempio “Mistery”, per essere riconosciuto come il più grande risolutore di questo genere di cache al mondo. Ora il proprietario di uno dei cache che questo geocacher ha trovato cambia il tipo in “Traditional”. Immediatamente i ritrovamenti non saranno più tutti di cache “Mistery” ma ci sarà un altro tipo a “sporcare” la propria storia, rovinando, in qualche modo, l’obiettivo prefissato.

A questo dobbiamo anche aggiungere che con l’avvento dei “Challenge cache” alcune statistiche non sono solo qualcosa di personale, ma sono diventate anche fondamentali per completare alcuni di questa tipologia di cache. Supponiamo che esista un challenge che richieda di trovare cache di diversi tipi in un arco di tempo definito. mentre si completa il challenge, un proprietario decide di modificare la tipologia di uno dei cache che erano stati trovati a completamento del challenge. Quando il geocacher utilizzerà il Challenge Checker per verificare se i requisiti sono stati raggiunti, avrà una brutta notizia e non potrà quindi fare il log del challenge cache.

Ma qualche volta lo si può cambiare!

Modificare la tipologia di un geocache è una semplice e innocente trasformazione ma, come abbiamo visto, può rilevarsi “dannosa”. Ed è questo il motivo per cui viene quasi sempre negata.
Quasi sempre. Già, perchè ci sono casi rari, molto rari, anzi rarissimi per cui l’intervento può essere effettuato. E una volta, infatti, l’ho fatto.

Gli esempi visti in precedenza hanno in comune situazioni con geocache che erano già stati trovati da diversi geocacher.

Il mio caso, però, era lievemente differente. Il cache era stato pubblicato come tradizionale e nella descrizione non si trovavano riferimenti precisi che facessero pensare diversamente. I primi due geocacher che lo hanno trovato mi hanno entrambi contattato per spiegarmi che il cache non era un Traditional, ma un Multi. Il cache alle coordinate del listing conteneva solo le coordinate del cache finale. Ho quindi contattato il proprietario e l’ho trovato molto collaborativo, anche perchè si trattava del suo primo cache nascosto e ne aveva trovati pochi. Ha perfettamente compreso il problema, ha aggiunto il “Final Waypoint” permettendomi di modificare la tipologia del cache in Multi.

Ma, ripeto, questo è stato l’unico caso in oltre 10 anni di reviewing: il cache era pubblicato in modo errato e i due geocacher che lo avevano trovato si erano resi conto di questo e quindi erano ben consci che la tipologia non era quella corretta.

Un’altra possibilità di modifica può verificarsi qualora il proprietario volesse cambiare la tipologia di un geocache già pubblicato ma mai trovato. Personalmente non posso immaginare le motivazioni che possono portare a tale decisione, ma non posso certo mettere in dubbio che una tale situazione possa accadere. In questo contesto il cambio di tipologia del geocache, proprio perché mai trovato, non comporterebbe alcun problema a livello statistico.

La soluzione?

Quando si vuole cambiare la tipologia di un geocache che è già stato trovato, non ci sono controindicazioni per archiviarlo e generare un nuovo listing. E questa non è solo la miglior soluzione in rispetto degli altri geocacher, ma è, effettivamente, l’unica soluzione attuabile.