Project Geocaching: mappe live e non solo

28 novembre 2017 Lord Yoruno

Conoscete Project Geocaching, meglio noto come Project-GC?
Si tratta di un sito che si propone di offrire statistiche dinamiche per geocacher di tutto il mondo, e oltre alle statistiche ci sono molti strumenti e mappe che potrebbero essere utili per facilitare il gioco.
Il sito può essere utilizzato sia in modalità gratuita che a pagamento, ovviamente con più o meno funzionalità; io vi illustrerò entrambe le possibilità.

Mappe live

Accedendo alle mappe live (per ora una funzionalità in beta version, ma in continuo sviluppo e ben funzionante) si ha l’accesso ad una mappatura che riporta, come per il sito ufficiale, tutte le cache di una zona. Per gli utenti a pagamento le differenze con il sito ufficiale sono poche, la differenza più interessante (sebbene non tutte le funzionalità siano attive) è per gli utenti non a pagamento.

L’utente a pagamento ha a disposizione i seguenti filtri: esclusione delle cache (trovate, nascoste, Premium, non trovate e disabilitate), selezione per tipologia di cache (earthcache, traditional ecc), per favoriti (sia in numero che in percentuale), per nome, per D/T, per punteggio Wilson (in breve: le cache migliori sono quelle con molti favoriti e molti log) e per dimensioni.

Mappa live per utenti paganti

Per gli utenti non a pagamento ci sono un po’ meno filtri disponibili: esclusione delle cache (trovate, nascoste, Premium, non trovate), ma la funzionalità interessante è la selezione per tipologia di cache (earthcache, traditional ecc).

Mappa live gratuita

Confronto di mappe

Fino a qui le funzionalità sono simili a quelle del sito ufficiale, ma le altre mappe disponibili sono decisamente più interessanti.

Ad esempio pensiamo di voler andare a caccia con uno o più amici, e di voler ottimizzare i ritrovamenti cercando solo le cache che mancano ad entrambi.

Project-GC ha una mappa apposita, che tramite l’indicazione delle due (o più) utenze del sito ufficiale e della zona di caccia (ad esempio la provincia di Bergamo) consente di sapere dove andare e quali cache cercare.

La stessa funzionalità è disponibile anche gratuitamente, con alcune opzioni in meno ma che, secondo me, servono a poco! Da notare che, se l’account su geocaching.com non è Premium le cache di quel tipo non sono visualizzate, ma lo strumento ti avvisa!

Dopo le mappe c’è anche l’elenco delle cache, con i dettagli.

Elenco geocache

Se poi il gruppo di geocacher è più nutrito si possono aggiungere anche altre persone!

Cache non (ancora) trovate

Altra funzionalità è quella delle cache ancora non trovate da nessuno, quelle per cui è ancora disponibile il (leggendario e per niente ufficiale) FTF, il First To Find: il primo a trovare una cache, insomma.
Pratica osteggiata da molti ma, in realtà, di grande interesse per un nutrito numero di geocacher, il First To Find ha una mappa dedicata su Project-GC.
Basta selezionare la zona d’interesse e il gioco è fatto, e di differenze tra paganti e non paganti non ce ne sono.

Mappa per liste

Ultima mappatura interessante disponibile è quella relativa alla mappa per liste. Questa fornisce la possibilità di vedere tutte le cache in una lista utente (una bookmark list) sulla mappa, cosa che può essere utile per svariati motivi (distribuzione di una trail, cache con lo stesso tema ecc).
Oltre alle liste personali si possono caricare anche le liste condivise di altri utenti che si conoscono, in modo da visualizzare dove sono dislocate le geocache delle loro liste condivise.

Ad esempio se qualcuno volesse vedere la mappa delle mie liste condivise potrebbe caricarle senza problemi quelle che già condivido.

ed ottenere così la mappatura della lista voluta (in questo caso quella delle cache dei Geo Summer Games 2017):

Nota: gli screenshot presenti in questa guida sono utilizzati secondo il Fair use e rimangono di proprietà dei singoli possessori dei diritti. Si ritiene che possa essere riprodotta in osservanza dell’art. 70 comma 1 della legge 22/04/1941 n. 633 sulla Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio, modificata dalla legge 22/05/2004 n. 128, poiché trattasi di «riassunto, […] citazione o […] riproduzione di brani o di parti di opera […]» utilizzati «per uso di critica o di discussione», o per mere finalità illustrative e per fini non commerciali». In osservanza del comma 3, deve sempre essere presente la «menzione del titolo dell’opera, dei nomi dell’autore, dell’editore e, se si tratti di traduzione, del traduttore, qualora tali indicazioni figurino sull’opera riprodotta». Queste immagini non possono essere utilizzate per altri scopi senza il previo assenso del titolare dei diritti.
In particolare:
– Geocaching.com © 2000-2017 Groundspeak, Inc. All Rights Reserved.
– Project Geocaching © 2014-2017 Ground Zero Communications AB. All Rights Reserved
– c:geo Apache License, Version 2.0.
– Mapsforge is free and open source, licensed under the LGPL3 license.